AI Emcees: presentatrici virtuali con l’Intelligenza Artificiale

L’Intelligenza Artificiale sta avendo un impatto anche nella conduzione. Ecco qualche riflessione partendo dalle esperienze di Tee, AIRAH, Evelyn e Alba Renai: quattro presentatrici virtuali attive rispettivamente negli eventi dal vivo, in radio e in TV.

Negli ultimi anni, il campo dell’intelligenza artificiale (AI) ha fatto progressi significativi, espandendosi in vari settori e rivoluzionando il modo in cui viviamo e lavoriamo. Uno degli ambiti in cui l’intelligenza artificiale sta cominciando a inserirsi è quello della conduzione di eventi, con l’emergere di “presentatori AI” (AI Emcees). Questi presentatori virtuali, creati con tecnologie all’avanguardia, sono progettati per coinvolgere e intrattenere il pubblico, aggiungendo un tassello alla costante innovazione negli eventi dal vivo.

La presentatrice virtuale di eventi dal vivo: Tee

Un esempio di presentatrice virtuale di eventi dal vivo (in questo e negli esempi seguenti il genere è sempre femminile), creata con l’intelligenza artificiale, si chiama Tee, ed è sviluppata da Zero Design Studio di Mumbai. Presentata nel 2023 come co-conduttrice, questa AI Emcee è programmata per interagire con i partecipanti all’evento, fare annunci, presentare relatori e intrattenere il pubblico con battute umoristiche. Con la sua capacità di adattarsi a diversi formati di eventi e di offrire performance senza interruzioni, la presentatrice AI potrebbe rappresentare un punto di svolta nel mondo della conduzione di eventi. Ecco Tee in un video dimostrativo »

La radio speaker: AIRAH

Un altro sviluppo interessante nel regno dei presentatori generati dalla AI è la radio speaker AIRAH, acronimo di Artificial Intelligence Radio Host. “Assunta” nel 2023 dalla stazione radio araba Mirchi (che forse l’ha anche già “licenziata”, visto che sembra assente dal palinsesto), AIRAH è stata incaricata di condurre un programma radiofonico e coinvolgere gli ascoltatori attraverso l’elaborazione del linguaggio naturale e il riconoscimento vocale. Se da un lato il concetto di conduttore radiofonico dotato di intelligenza artificiale apre nuove possibilità per l’industria radiotelevisiva, dall’altro solleva anche interrogativi sul futuro dei radio speaker umani e sul potenziale impatto sul loro lavoro.

Va comunque preso in considerazione il punto di vista di Preeti Phalke, direttrice dei contenuti di radio Mirchi: «La Radio si è sempre evoluta […] L’industria ha visto un cambio totale nel suo approccio all’intrattenimento. La Radio è sempre stata al passo coi tempi, e questo ne ha impedito la morte.» [Fonte: Gulfnews.com]

AIRAH. la radio speaker generata dall'intelligenza artificiale, con gli speaker reali di Mirchi Radio
AIRAH. la radio speaker generata dall’intelligenza artificiale, con gli speaker reali di Mirchi Radio

La conduttrice TV virtuale: Evelyn e Alba Renai

La televisione è un’altra arena in cui i presentatori generati dalla AI stanno muovendo i primi passi. Uno di questi esempi è la conduttrice televisiva Evelyn, creata appositamente per la trasmissione del concorso di Miss Hong Kong 2023 su TVB. Con il suo aspetto realistico e le sue avanzate capacità di conversazione, Evelyn ha portato un nuovo elemento di interesse all’evento. L’integrazione dei presentatori dell’intelligenza artificiale negli eventi televisivi non solo offre una nuova prospettiva sulla conduzione dei programmi, ma apre anche opportunità per un palinsesto più interattivo e coinvolgente. [Fonte dell’immagine di Evelyn in copertina: Sina Weibo TVB]

Un altro esempio personaggio televisivo virtuale è Alba Renai, presentatrice dell’Isola dei Famosi in versione spagnola (Supervivientes) su Telecinco, emittente del gruppo Mediaset. L’ideazione, creazione e produzione di Alba Renai è di VIA Talents, divisione dell’agenzia di marketing spagnola Be a Lion, sempre parte di Mediaset España, che l’ha lanciata nel settembre 2023.

Alba Renai, presentatrice TV virtuale
Alba Renai, presentatrice TV virtuale

Come imparano gli AI Emcee

Gli AI Emcee acquisiscono le proprie capacità e conoscenze attraverso un processo noto come machine learning (apprendimento automatico). Imparano da grandi quantità di dati, inclusi discorsi, script di eventi e interazioni con il pubblico. Questa formazione consente loro di comprendere il linguaggio umano, riconoscere le emozioni e rispondere in modo appropriato in tempo reale.
Gli algoritmi di machine learning consentono ai presentatori generai dalla AI di migliorare continuamente le proprie prestazioni. Imparano da ogni interazione e adattano le loro risposte in base al feedback dei partecipanti all’evento. Questo processo di apprendimento iterativo garantisce che i presentatori virtuali diventino sempre più raffinati ed efficaci nel tempo.

Dubbi ma anche opportunità

Se da un lato l’emergere dei presentatori generati dall’intelligenza artificiale porta entusiasmo e innovazione nel mondo della conduzione di eventi, dall’altro solleva dubbi e preoccupazioni sul futuro di questa tecnologia. Una delle preoccupazioni principali è il potenziale impatto sulla professione dei presentatori umani. Chiaramente, la domanda principale che ci si pone è: diventando sempre più sofisticati, i presentatori virtuali potranno sostituire completamente quelli umani? Non esiste ancora una risposta, ma personalmente ritengo che gli AI Emcee dovrebbero essere visti come uno strumento complementare piuttosto che un sostituto, in quanto possono arricchire l’esperienza complessiva dell’evento, mentre i presentatori umani apportano un tocco personale e una connessione emotiva difficilmente replicabile.

Un’altra riflessione riguarda le implicazioni etiche. Man mano che i presentatori virtuali diventano sempre più realistici e indistinguibili dagli esseri umani, dovrebbero essere necessarie linee guida e regolamenti chiari per garantirne un uso responsabile.

Nonostante questi dubbi, il futuro dei presentatori generati dall’intelligenza artificiale sembra essere concreto. La capacità di creare conduttori virtuali in grado di adattarsi a diversi format, coinvolgere il pubblico e offrire spettacoli senza interruzioni apre nuove possibilità per gli organizzatori di eventi. Gli AI Emcce hanno il potenziale per arricchire l’esperienza complessiva dell’evento, rendendola ulteriormente interattiva e coinvolgente.

In conclusione, l’emergere di presentatori virtuali rappresenta un progresso significativo nel campo della conduzione di eventi. Con esempi come la presentatrice indiana di eventi dal vivo Tee, la radio speaker AIRAH e le conduttrici televisive Evelyn e Alba Renai, è evidente che ci sia un potenziale per rivoluzionare gli eventi dal vivo, la radio e la TV. Sebbene esistano dubbi e preoccupazioni sul futuro degli AI Emcee, è fondamentale considerarli come strumenti complementari in grado di arricchire l’evento affiancando i presentatori umani. Poiché questa tecnologia continua ad evolversi, è essenziale affrontare le implicazioni etiche e garantire un uso responsabile per sfruttare tutto il potenziale dei presentatori virtuali nell’immediato futuro.

 

Contatta un presentatore professionista (non virtuale…)

Io sono un presentatore ed Emcee a Milano, Roma e tutta Italia per eventi privati e corporate, convegni, manifestazioni. Quindi, se posso esserti utile, contattami »

Summary
Article Name
AI Emcees: presentatrici virtuali con l'Intelligenza Artificiale
Description
L'intelligenza artificiale applicata alla conduzione. Quattro esempi di presentatrici virtuali, tra eventi dal vivo, radio e TV.
Author
Publisher Name
Attilio Reinhardt
Publisher Logo